Minori Stranieri Non Accompagnati Minori Stranieri Non Accompagnati

Presentazione

Nei primi sei mesi del 2017 erano già sbarcati in Italia più di 9mila minori non accompagnati. Ragazzi soprattutto adolescenti

MSNA: numeri e statistiche

L’Italia per posizione geografica rappresenta, insieme alla Grecia e in misura minore alla Spagna, la prima linea dell’accoglienza nel

Legislazione MSNA in Italia, guida d’Europa

Dopo oltre 40 mesi di dibattito parlamentare, l’Italia ha approvato la Legge 7 aprile 2017, n. 47 che esplicita

Intervista ad Alessandro Padovani, direttore tecnico Opera Don Calabria

Quasi 25mila minori sbarcati in Italia nel 2016 e oltre 9mila arrivati nei primi 6 mesi dell’anno. Numeri sempre

Intervista a Salvatore D’Angiò, presidente Cooperativa Sociale Ethica

Mentre infiamma il dibattito sull’accoglienza e sulle responsabilità dietro gli sbarchi nei porti nazionali degli ultimi giorni e si

  • Senza infanzia

    Comprati e venduti, fatti oggetto di commercio all’interno e al di fuori dei confini nazionali, gettati in situazioni quali matrimoni forzati, prostituzione e pornografia infantile: i bambini sono come un oggetto, facili da manipolare e da “piazzare” al miglior offerente. Sono tantissimi i bambini in tutto il mondo sfruttati per il sesso a pagamento. Un business da miliardi di euro, che coinvolge intermediari, adescatori, ma anche organizzazioni criminali complesse. Lo sfruttamento sessuale a scopo di lucro dei bambini assume molte forme e ha molte facce.

  • Genitori a metà

    Quando le mamme e i papà speciali, così li chiamano, tornano a casa senza il loro figlio non possono far altro che pensare e immaginare. Non è facile accettare la morte di un figlio. Un dolore enorme che ogni anno colpisce 1 bambino su 250 nati nei Paesi industrializzati.

  • L’Infanzia in Gioco

    L’esperienza dell’azzardo crea danni non solo psico-educativi, in quanto determina il rischio che i bambini siano predisposti alla dipendenza in età adulta, ma anche danni alle strutture e alle funzioni nervose

  • I bambini soldato nei conflitti armati

    L’impiego di bambini soldato è una pratica molta diffusa nelle guerre che si combattono nel mondo. Sono migliaia i minori che vengono costretti a crimini orrendi, sia in nome delle forze governative sia in nome di gruppi armati o di ribelli. Ma non solo, vengono impiegati anche come spie, messaggeri, cuochi o ridotti in schiavitù sessuale. Le Nazioni Unite definiscono i bambini soldato “persone sotto i 18 anni di età, che fanno parte di qualunque forza armata o gruppo armato, regolare o irregolare che sia, a qualsiasi titolo”. La definizione comprende anche le ragazze reclutate per fini sessuali e per matrimoni forzati. Il problema invece di diminuire sembra aumentare. Nuove modalità di reclutamento e di combattimento stanno affermandosi sempre di più nel quadro dei conflitti internazionali. Le organizzazioni terroristiche e il proliferare di gruppi armati irregolari, vede l’impiego di nuove reclute nel combattimento asimmetrico.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK