L'Opinione
20 Febbraio 2015

Elio Garozzo – Liberiamo le energie per i bambini del mondo

Per il Kiwanis è l’anno del centenario che celebrano in tutto il mondo i 600.000 volontari che svolgono la loro attività a favore dei bambini e delle comunità. Ed il Kiwanis per celebrare degnamente il proprio centesimo compleanno ha promesso di raccogliere 110 milioni di dollari per estinguere il tetano materno e neonatale (TMN), scegliendo l’Unicef come partner della campagna di vaccinazione. Siamo già ad 80 milioni raccolti per acquistare vaccini in tutto il mondo.

Questa malattia mortale strappa alla vita 49.000 neonati (1 bambino ogni 11 minuti) e un alto numero di donne all’anno. Gli effetti del TMN sono strazianti: i neonati soffrono di convulsioni continue e dolorose e di un’estrema sensibilità alla luce e al contatto che li priva anche della semplice carezza della loro madre. Il tetano materno e neonatale può essere facilmente prevenuto, sottoponendo le donne in età fertile ad una serie di tre vaccinazioni, al costo complessivo di 1 dollaro e 80 centesimi.

L’impegno profuso mira ad eliminare il TMN dal mondo proprio entro il 2015, anno in cui il Kiwanis International festeggia il suo “Centennial Year” augurandosi di spegnere insieme alle candeline anche questa atroce malattia. Questo programma è rivolto alle madri e ai neonati più poveri e dimenticati del globo. Per ottenere questo straordinario risultato, il Kiwanis e l’Unicef hanno unito le proprie forze così com’era già avvenuto per la campagna relativa alle malattie legate alla carenza di iodio, ottenendo uno dei successi più significativi del XX secolo in tema di salute pubblica.

Il Kiwanis, nato nel 1915, è un’organizzazione mondiale di volontari impegnati a cambiare il mondo, un bambino ed una comunità per volta. I suoi volontari sono costantemente impegnati al servizio dei bimbi della terra, che, nonostante rappresentino il futuro dell’umanità, sono ancora oggi maltrattati, sfruttati, emarginati, violentati nel fisico e nei loro sogni, considerati sempre più spesso come oggetti e non soggetti e ai quali vengono addirittura negati i diritti minimi. L’impegno del Kiwanis è volto a salvaguardare dignità, diritti e speranze dei bambini, dovunque si trovino, a prescindere da qualunque appartenenza etnica e religiosa.

La sfida della concretezza è proprio la sfida del Kiwanis: dobbiamo fare attenzione al ruolo attuale dei club service nella società per evitare di trovarci spiazzati dal mondo che corre. “Liberiamo le Energie”: spero che il motto che ho scelto per quest’anno particolare dia una spinta reale verso il rinnovamento, per riaffermare il nostro ruolo fra le organizzazioni di volontariato globale”.

Elio Garozzo – Governatore Kiwanis Distretto Italia San Marino 2014-2015

Tutte le opinioni

Vedi tutti