Rassegna stampa

Abusi su bimbi. Sacerdote veronese in cella in Argentina

Fonti:

Un prete veronese di 82 anni è stato arrestato a Mendoza, in Argentina, con la gravissima accusa di aver abusato sessualmente di bambini ospiti dell’Istituto Antonio Provolo per bambini sordi e ipoudenti di Lujàn de Cuyo. Reato tanto più odioso in quanto compiuto approfittando dell’handicap di bambini e bambine che li rende ancor più indifesi.

Si tratta di don Nicola Bruno Corradi, il cui nome, peraltro, appare in una lista di 27 religiosi della Compagnia di Maria per l’educazione dei sordomuti, la cui Casa madre si trova a Verona in stradone Antonio Provolo, che in passato, secondo le denunce di decine di ex ospiti dell’istituto, si sarebbero resi responsabili di abusi in Italia. Corradi sarebbe stato inviato in Argentina in seguito allo scandalo. Ora l’anziano sacerdote è agli arresti nel commissariato di Lujàn de Cuyo, con l’accusa di «abuso aggravato» e «corruzione di minori». Le vittime potrebbero essere una dozzina.

La vicenda ha destato molto scalpore nel Paese sudamericano. Insieme a don Corradi, su ordine del procuratore di Lujàn Fabricio Sidoti sono stati arrestati un altro sacerdote, don Horacio Corvaro, di 55 anni, e un laico, José Luis Ojeda, dipendente dell’istituto religioso. Secondo fonti investigative, citate da «Mdz online» si parlerebbe di almeno 60 casi di abusi, la maggior parte dei quali avvenuti tra il 2007 e il 2009. Gli inquirenti avrebbero già raccolto le deposizioni di 25 testimoni. Si sottolinea, inoltre, che «il personale dell’istituto sta cooperando».

Continua…

Indietro