Rassegna stampa

Allarme suicidio tra gli adolescenti. “Seconda causa di morte in Italia”

Fonti:

IL SUICIDIO è la seconda causa di morte nei giovani. Nella Giornata mondiale per la prevenzione dei suicidi Stefano Vicari, responsabile di Neuropsichiatria Infantile del Bambino Gesù, ospedale pediatrico della Santa Sede, invita i genitori a monitorare i segnali di disagio, cogliere i cambiamenti repentini del comportamento dei figli: attivato un servizio ospedaliero, ambulatori e call center. In parallelo, all’Università di Roma La Sapienza si tiene, il 13 e 14 settembre, un incontro curato da Maurizio Pompili, vicepresidente della International Association for Suicide Prevention, responsabile del Servizio per la prevenzione del suicidio presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea di Roma, evento in collaborazione con la Fondazione internazionale Menarini.

PROFESSOR Pompili, da quando i giovani sono così esposti al rischio suicidio?

«Il problema è noto dagli Anni Sessanta quando si osservò l’aumento esponenziale di suicidi tra i giovani maschi negli Stati Uniti, il dato è simile nel resto del mondo, si riscontra molto meno negli anziani. L’Oms individua la fascia a rischio tra i 15 e i 29 anni».

Continua…

Indietro