Rassegna stampa

Bergoglio: educare è come coltivare, i bambini sono terreno sacro

Fonti:

«L’educazione è per il bambino quello che la coltivazione è per la terra», diceva Marcellino Champagnat, che due secoli fa fondò i Fratelli Maristi, una Congregazione religiosa con il carisma dell’educazione. Un compito, ha scritto loro papa Francesco in un messaggio per l’anniversario che riprende i termini del fondatore, che presuppone che «il religioso educatore» coltivi prima di tutto se stesso: «Dovete essere coscienti che il terreno che lavorate e modellate è sacro, vedendo in esso l’amore e l’impronta di Dio».

Jorge Mario Bergoglio sottolinea che il motto scelto per il prossimo capitolo generale che si terrà in Colombia il prossimo settembre, «un nuovo inizio», è un buon «programma di rinnovamento che implica guardare con gratitudine al passato, discernere il presente e aprirsi con speranza al futuro». Gratitudine, innanzitutto, per la «grande storia» di impegno con giovani e bambini nei cinque continenti. Ma senza dubbio non basta contemplare il passato, è necessario realizzare un discernimento del momento presente. È giusto esaminarlo ed è bene farlo alla luce dello Spirito. Discernere è riconoscere con oggettività e carità lo stato attuale, confrontandolo con lo spirito fondativo. San Marcellino Chamapagnat fu un innovatore per il suo tempo nell’ambito educativo e della formazione. Sperimentò la necessità dell’amore per poter far emergere il potenziale che ogni bambino ha nascosto dentro di sé. Il vostro santo fondatore diceva: “L’educazione è per il bambino ciò che il raccolto è per il campo. Non importa quanto è buono questo è che, se ci si ferma l’aratura, produce nient’altro che rovi e le erbacce”.
Indietro

In evidenza

Mediateca Correlata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK