Rassegna stampa

Caso pane e olio ai bambini, la sindaca: «Pasto povero? Non è mai morto nessuno»

Fonti:

I figli dei genitori non in regola con i pagamenti della mensa scolastica non hanno diritto allo stesso pasto dei compagni: per loro c’è solo pane e olio . A Montevarchi, in provincia di Arezzo, le cose stanno così da lunedì. Per i piccoli in questione, a discrezione del dirigente scolastico, è riservato un tavolo a parte. Niente spaghetti o patate arrosto come per i bambini dei tavoli accanto: il loro menù prevede “fettunta”, un po’ di frutta e una bottiglia d’acqua.

E dopo le proteste, la sindaca difende la scelta: «Al mio insediamento il bilancio comunale presentava un buco di 530.000 euro, dovuto alle morosità accumulate per mense e trasporti – spiega la sindaca di Montevarchi Silvia Chiassai – Noi ci siamo mossi per recuperare questi arretrati (211.000 euro sono già rientrati) e abbiamo cambiato il regolamento della mensa, inserendo una card ricaricabile che ci permette di avvisare le famiglie quando il numero di pasti pagati sta per esaurirsi. In pratica, dalla scadenza, i genitori hanno 30 giorni per caricare nuovamente la carta, tempo durante il quale i pasti dei figli sono comunque garantiti. Allo scoccare del 31° giorno, il servizio è sospeso e i bambini non possono più avere lo stesso trattamento di chi ha pagato, ma devono accontentarsi di pane e olio, cosa che non ha mai ucciso nessuno». A chi le suggerisce di seguire altre strade, la sindaca risponde che, oltre al provvedimento della card, la sua amministrazione «sta lavorando a processi che richiedono più tempo, come il recupero completo delle morosità e, più in generale, a una spinta all’educazione civica e al rispetto delle regole».

Continua…

Indietro

Mediateca Correlata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK