Rassegna stampa

Cassazione: “Possibile anche l’arresto per maestre che sculacciano i bambini”

Fonti:

La Cassazione non fa sconti alle maestre che usano maniere troppo violente con i bambini degli asili, come gli strattonamenti o gli sculaccioni. Di fronte a questi fatti, non di rado frequenti nelle vicende di cronaca, non si può che ribadire – affermano i supremi giudici – “che l’uso della violenza, quale ordinario trattamento del minore, anche lì dove fosse sostenuto” dall’intenzione di ‘correggere’ i bambini, “non può rientrare nell’ambito dell’abuso dei mezzi di correzione, ma concretizza gli estremi del più grave delitto di maltrattamenti”. E per questo motivo può anche essere prevista una misura cautelare. La suprema corte ha così accolto il ricorso presentato dal capo della Procura di Rimini, annullando con rinvio l’ordinanza con cui il tribunale del riesame di Bologna aveva detto “no” agli arresti domiciliari per una maestra di una scuola dell’infanzia,  Loredana P., di 61 anni, che, secondo l’accusa, aveva colpito ripetutamente un bimbo di tre anni “con forti sculaccioni” all’asilo ‘I Delfini’, di Rimini.

Secondo i giudici del riesame non vi sarebbero state “condotte violente o denotanti una particolare aggressività”  nei confronti dell’alunno, ma piuttosto un “fare brusco” da parte dell’imputata, senza che “venisse in luce una volontà persecutoria nei confronti dei minori”.

Continua…

Indietro