Rassegna stampa

Combattere la povertà e stringere alleanze: intervista alla Garante per l’infanzia

Fonti:

Filomena Albano, nominata Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza il 3 marzo 2016, si è insediata alla guida dell’Authority il 28 aprile scorso. I suoi primi mesi di lavoro coincidono con un momento particolarmente delicato per le nuove generazioni, sotto tanti aspetti. Alla nuova Garante, subentrata a Vincenzo Spadafora, abbiamo rivolto qualche domanda sulle principali linee di azione del suo intervento e le prospettive future.

Quali sono le priorità del suo mandato? Ho iniziato esattamente due mesi fa. In questo arco di tempo ho capito che per i bambini tutto è urgente. A fronte dell’urgenza degli argomenti sul tappeto, l’Autorità Garante non ha molte risorse. Sulla carta i compiti sono innumerevoli, anche se non strettamente operativi, ma più propulsivi e di collante rispetto a tutte le istituzioni. Le risorse, tuttavia, sono poche. Quindi è indispensabile un ordine di priorità per fare qualcosa. Fra le priorità l’emergenza che è diventata strutturale in questo momento storico è quella dei minori stranieri non accompagnati (minori di particolare fragilità, in quanto persone di minore età, stranieri e soli).

Continua…

Indietro