Rassegna stampa

Frantoio Corinaldo, tragedia come a Vermicino: bimbo cade nel pozzo e muore

Fonti:

Trentasei anni dopo. Stesso dramma, stessa angoscia. Stesso dolore di due genitori. Un bambino di cinque anni, Florin Petru Strambu, è morto cadendo in un pozzo, a Corinaldo, paesino di cinquemila abitanti in provincia di Ancona. La tragedia, che ricorda, anzi ricalca, terribilmente quella del giugno 1981 in cui a Vermicino perse la vita il piccolo Alfredino Rampi (quando tutti gli italiani restarono incollati alla tv nella speranza di un lieto fine che poi non arrivò) è avvenuta nella tarda serata di domenica. Il piccolo si trovava in un frantoio insieme al padre e alla zia, quando si sarebbe avvicinato e poi sarebbe precipitato in un pozzo che conteneva gli scarti di lavorazione delle olive. Sulla morte del bimbo indagano i carabinieri di Senigallia.

Come a Vermicino, i soccorritori si sono prodigati per estrarre il piccolo da quel buco nero. E come a Vermicino, uno di loro, un sommozzatore del 115, si è sentito male per le esalazioni provenienti dal pozzo in cui fermentavano le olive da macerare. Quando medici e pompieri sono finalmente riusciti ad afferrarlo, il bimbo, figlio di rumeni ma nato in Italia, era ancora vivo. Respirava, anche se debolmente. Sul posto è stato fatto un tentativo di rianimazione, poi è stato portato di corsa all’ospedale della vicina Senigallia. Dove però — è il resoconto del Resto del Carlino che ha dato la notizia — Florin Petru è morto alle 20.25. Stando a quel che riporta il sitowww.viveresenigallia.it, il primo tentativo dei vigili del fuoco di calarsi con le maschere antigas è andato a vuoto perché la loro scala era troppo corta. Solo i sommozzatori sono riusciti poi a calarsi fino al fondo del pozzo.

Continua…

Indietro

Mediateca Correlata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK