Rassegna stampa

Il vescovo Camisasca. Bambini, torniamo a educarli

Fonti:

Un vescovo nei panni di un bambino per spiegare i dieci comandamenti. L’ultimo libro di Massimo Camisasca, vescovo di Reggio Emilia-Guastalla, fondatore della Fraternità missionaria San Carlo e scrittore, è Le dieci parole di Tullio. I 10 comandamenti raccontati da un bambino (
Come è nata l’idea?
«Me l’ha chiesto l’editore, Mondadori, e volevano che fosse proprio un libro diretto ai bambini. Sembra che ci sia una grande domanda di libri che educano, infatti ne sto già scrivendo un secondo sulle Parabole. Ho cominciato a scrivere in terza persona, poi ho capito che non bastava, che dovevo calarmi nel protagonista. Il bambino Tullio è in parte ciò che io sono stato, e ciò che avrei voluto o potuto essere. Ma è anche uno di quei ragazzi che incontro ogni giorno nelle scuole e nelle parrocchie. I dieci comandamenti nel testo non sono esplicitati, ma si ritrovano nelle pieghe dell’esperienza quotidiana: in ogni momento della nostra giornata c’è la voce di Dio, occorre saperla scoprire. Poi ho pensato di accompagnare il testo con delle citazioni bibliche, che accompagnino il lettore come i sassolini di Pollicino».

Questo Tullio che legge i libri al nonno dunque somiglia al bambino che lei è stato. Ma non pensa che i ragazzi di oggi siano molto cambiati?

«È vero, e proprio per questo non ho voluto fare un libro irenico. Nel libro c’è il bambino che trema al litigio violento fra i genitori, e addirittura il papà che fa le valigie. Questa non è la mia esperienza, ma è un trauma che ritrovo in tanti. Se il papà se ne va, nella vita del figlio si crea un buco senza fine. Un giorno in un incontro pubblico un ragazzino ha alzato la mano e mi ha chiesto: ‘Lei cosa ha da dirmi su questa mia tragedia, che mio papà e mia mamma non vivono più insieme?

Continua…

Indietro

Mediateca Correlata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK