Rassegna stampa

Lungomare di Napoli, un altro raid: pestati tre ragazzi. Finiscono in ospedale

Fonti:

Via Partenope, tra gli alberghi, i ristoranti, Castel dell’Ovo e la gente in fuga. Accade di nuovo. È questa la zona, sulla carta tra le più presidiate della città, che un branco di quindici minorenni armati di coltelli ha scelto sabato sera per mandare all’ospedale tre coetanei. Due hanno rischiato grosso. Qualche pugnalata di striscio e tante botte in faccia, ma hanno evitato il peggio. Il terzo, ricoverato all’ospedale Pellegrini, sarà operato oggi per una frattura al setto nasale. Lungomare territorio del branco. A segnalare l’ennesima aggressione è il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Borrelli, che nei giorni scorsi aveva anche diffuso le immagini della “ stesa” a pochi metri dalla prefettura. «La baby gang composta da una quindicina di giovani – denuncia Borrelli – ha trovato le tre prede proprio nel centro della zona turistica della città. Da tempo diciamo che la situazione è fuori controllo. È giunto il tempo delle misure drastiche, che noi invochiamo da tempo, a partire dalla sottrazione di questi delinquenti alle loro famiglie punendoli in modo esemplare come gli adulti. Solo così potremo sperare di riportare sicurezza e civiltà». Oggi il consigliere regionale sarà alle 10 all’ospedale Pellegrini assieme al consigliere municipale Salvatore Iodice.

Un’altra aggressione di un branco nel quadrilatero piazza San Pasquale, lungomare, piazza Trieste e Trento, via Carducci. Un sabato di violenza nonostante le forze dell’ordine in campo. I vigili dell’Unità operativa Chiaia hanno presidiato parte della movida con postazioni fisse assieme agli ausiliari Anm mettendo nel mirino i parcheggiatori abusivi. Ne sono stati controllati e verbalizzati 25 tra via Carducci, via Imbriani e largo Vasto a Chiaia. Tre di loro sono stati trovati in possesso di 25 chiavi di veicoli ( confiscati gli introiti) i cui proprietari sono stati diffidati. Situazione, invece, assolutamente fuori controllo alla Riviera di Chiaia dove i parcheggiatori abusivi continuano a dettare legge e dove nella serata di sabato hanno anche bloccato il traffico per alcuni minuti per parcheggiare le auto in seconda e terza fila.

Continua…

Indietro