Rassegna stampa

Maltrattava i bambini, un anno e nove mesi alla maestra di Bagnolo di Po

Fonti:

Un anno e nove mesi, con pena sospesa, per aver maltrattato i suoi piccoli alunni delle elementari a Bagnolo di Po. È questa la sentenza arrivata martedì per Silvana Faggion, la donna di 53 anni che ora insegna alle elementari di Badia Polesine. L’avvocato difensore Francesca Claudi preannuncia già ricorso in appello contro la decisione del giudice Silvia Varotto. I fatti contestati vanno dal 2009 al giugno 2011, e nel febbraio 2012 la Faggion era finita agli arresti domiciliari dopo l’inchiesta della squadra mobile rodigina.

Secondo le indagini, le lezioni con l’ex maestra alle elementari di Bagnolo di Po erano a dir poco turbolente. La Faggion avrebbe dato ai bambini, sedici in tutto, schiaffi sul viso e sul collo. Calci sugli stinchi. Strattoni tanto violenti da far sbattere la testa sul banco. Puniva i bambini facendoli rimanere in piedi per ore in un angolo della classe, minacciandoli con la frase: «Se lo dici ai tuoi genitori, ti punirò ancora». L’indagine sui presunti maltrattamenti in classe è cominciata nel maggio 2011 con una confidenza ai poliziotti e una denuncia anonima. Le verifiche sono iniziate con la raccolta, in modo riservato, delle testimonianze dei genitori e dei colleghi dell’insegnante.

Continua…

Indietro

Mediateca Correlata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK