Rassegna stampa

Nascono sempre meno bambini: come influisce sulla scuola

Fonti:

Sette anni fa, nel 2008, l’Italia, con 571.663 nati, aveva registrato il più alto numero di nascite degli ultimi decenni. Poi era iniziata una fase negativa di denatalità contrassegnata da una tendenza costante al decremento, fino a toccare, l’anno scorso, un numero di 479.611 nati, con un saldo negativo tra le due annate di 92 mila unità (-16%).

Gli ultimi dati Istat hanno rilevato che il numero dei nati nel 2015 è stato inferiore per oltre 17 mila unità (-3,4%) a quello dell’anno precedente, confermando la tendenza al decremento in atto con prospettive di conferma anche per i prossimi anni. Per il 2016 potrebbe esserci un ulteriore calo di nascite di 15-17 mila unità e, forse, altrettanto per il 2017.

Oltre al fatto che l’apporto di nati stranieri è diventato minore rispetto al passato (il 4,8% in meno dal 2014 al 2015), facendo mancare quell’aiutino che era servito a mantenere alti i livelli delle nascite, si registra ora in termini quasi crescenti un forte calo di nati italiani, soprattutto nelle regioni del Centro Nord.

Continua…

Indietro