Rassegna stampa

Negli Usa la paralisi simil-polio torna a far paura: colpito bambino di 3 anni

Fonti:

I primi casi noti risalgono al febbraio 2014: in California cinque bambini tra i 2 e i 16 anni contraggono una misteriosa infezione e restano paralizzati agli arti (una o entrambe le braccia o una o entrambe le gambe). La vicenda viene descritta al meeting annuale della American Academy of Neurology. Due dei cinque minori risultano positivi a un virus molto raro, l’enterovirus D68 (EV-D68), un agente infettivo che – a differenza degli altri enterovirus più comuni (che in genere danno lievi disturbi respiratori e/o intestinali) – è stato associato a sintomi simili a quelli della poliomielite. Peraltro i bambini erano tutti vaccinati contro la polio e tre di loro hanno accusato malattie di tipo respiratorio prima dell’insorgere delle paralisi. Un anno dopo i casi accertati erano 120.

Oggi questa misteriosa paralisi torna a far paura: a luglio ha colpito un bambino di 3 anni di Chesterfield (Virginia). Da un giorno all’altro Carter Roberts non ha più potuto muovere braccia e gambe, ha avuto bisogno di un dispositivo per respirare. In ospedale i medici hanno preso in considerazione diverse ipotesi, dalla sindrome di Guillain-Barré (malattia neurologica, spesso di origine infettiva, che causa paralisi progressiva degli arti e può avere complicazioni letali) a diverse patologie autoimmuni.

Continua…

Indietro