Rassegna stampa

Non vuole perdersi la nascita del figlio e l’azienda lo licenzia

Fonti:

Quando Lamar Austin ha dovuto scegliere tra un fine settimana lavorativo o assistere alla nascita di suo figlio Cainan, ha preso la decisione più ovvia. Ma il suo datore di lavoro non l’ha pensata allo stesso modo.

L’uomo era stato assunto part-time per un periodo di prova di 90 giorni come guardia di sicurezza presso la Salerno Protettive Services, con sede a Manchester, nel New Hampshire. l week end compreso tra venerdì 31 dicembre e sabato 1 gennaio 2017, Lamar avrebbe dovuto coprire un turno lavorativo ma questo coincideva con l’arrivo del suo quarto figlio.

Lamar aveva così inviato una lettera all’azienda in cui spiegava la situazione al suo capo. Certamente, non immaginava la risposta piccata del suo datore di lavoro, che ha replicato così: “Stai forzando la mano, se domani alle 8 di mattina non sarai puntuale al tuo posto, allora saremo costretti a mettere fine al rapporto lavorativo”.

All’una di notte del 1° gennaio, Cainan è venuto al mondo divenendo il primo bambino nato in coincidenza del nuovo anno in New Hampshire. Dopo la nascita del figlio, Lamar ha ricevuto la lettere di licenziamento da parte dell’azienda.

Continua…

Indietro