Rassegna stampa

Pediatri, nel mondo un bimbo su 45 sta migrando, è emergenza

Fonti:

Oggi nel mondo, un bambino su 45 sta migrando perchè sta fuggendo da guerre, povertà, cambiamenti climatici. Una vera emergenza per arginare la quale anche i pediatri si stanno mobilitando. Il tema è al centro del 72/mo congresso della Società italiana di pediatria (Sip), apertosi oggi a Firenze. E’ necessaria dunque un’azione mirata e urgente: “La nostra società scientifica – afferma il presidente Sip Giovanni Corsello – ha già formato 500 tra medici e operatori sociali per accogliere chi arriva nel nostro Paese. Sono già nei porti e nei centri di accoglienza”. In Italia gli immigrati, ricordano i pediatri, sono più di un milione, il 91% è arrivato via mare e il 42% di loro ha meno di 5 anni. I bambini migranti, soli o con i genitori, sono sempre più numerosi e rappresentano una vera sfida anche per i pediatri. Il fenomeno “è in continua crescita – spiega Corsello – ed è nostro dovere seguire questi bambini anche nelle fasi successive, per aiutarli nell’integrazione”. In media, “ogni minuto 24 persone sono costrette a lasciare la propria casa e diventare migranti – sottolinea Rosalia Maria Da Riol del Centro Coordinamento Regionale Malattie Rare FVG -.

Oggi sono 244 milioni i migranti internazionali nel mondo, dato che registra una crescita del 41% dal 2000. Di questi, 31 milioni sono bambini”. Quest’anno, 7 bambini su 10 hanno chiesto asilo in Europa, provenienti da zone di conflitto come Siria, Afghanistan e Iraq.

Continua…

Indietro