Rassegna stampa

Roma, a Villa Borghese l’area giochi dei bambini è il dormitorio dei “ragazzi di vita”

Fonti:

Dormono sulle panchine dell’area giochi o lì dove capita, in mezzo a cespugli e arbusti, a pochi metri da scivoli e altalene che oggi non ci sono più. Ragazzi di vita che di notte battono nella penombra di Villa Borghese, lungo i viali alberati dove si prostituiscono per un’ora o una notte con uomini di ogni età. E poi si vanno a riposare in quell’area dedicata ai bimbi che è diventata il loro dormitorio a cielo aperto. Siamo in una delle ville più belle e famose di Roma, accanto al laghetto, dove ogni giorno sfrecciano risciò e volano decine di palloncini. Ma dove pù del verde, fiorisce il degrado. Sporcizia, incuria. Lo spazio bambini è abbandonato a se stesso: quei pochi giochi che c’erano sono vecchi e rotti. E le altalene oggi non ci sono neanche più.

Rimangono invece sempre gli insediamenti nascosti un po’ ovunque, cartoni e materassi buttati in mezzo ai cespugli.
Sbandati, ubriachi, senza tetto e giovani che si prostituiscono. La villa del piacere. Ma non per mamme, bambini, romani e turisti che ogni giorno vedono quel polmone verde della città sfiorire sempre di più.  «E’ una vergogna – si sfoga Camilla, mamma di due bimbi – questo parco meraviglioso dovrebbe essere un’oasi per i piccoli. Ogni giorno qui vengono decine e decine di famiglie. E invece è sporco, degradato e ridotto sempre peggio».

Continua…

Indietro

In evidenza

Mediateca Correlata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK