Rassegna stampa

Salute, adolescenti fragili: tra i 15 e i 17 anni il 15% con una malattia cronica

Fonti:

Adolescenti ‘fragili’, in particolare quelli che convivono con patologie croniche e rare. Sono infatti 1.700.000 i ragazzi tra 15 e 17 anni residenti in Italia, di questi 262.164 (15,5%) hanno una malattia cronica e 54.124 (3,2%) ne hanno più di una. Al primo posto le patologie allergiche (11,7%) seguite da quelle respiratorie croniche (4,1%). Se consideriamo globalmente tutta l‘età adolescenziale (13-14; 18-21) questi numeri diventano 3 o 4 volte maggiori.

Sono i dati su cui si confronteranno gli esperti della Società italiana di pediatria nel corso del loro 73esimo congresso – dal 29 maggio al 1 giugno a Napoli, mostra d’Oltremare – appuntamento dedicato proprio agli adolescenti. Tavole rotonde, workshop, sessioni interattive, letture plenarie impegneranno i pediatri italiani su quella ”terra di mezzo” tra infanzia e età adulta in cui emergono bisogni di salute, fisica, psicologica, relazionale del tutto peculiari che hanno bisogno di essere intercettati con competenze sempre più adeguate a tutti i livelli.

“Cosa è cambiato negli ultimi anni? La Pediatria è uscita dal confine temporale dell’età evolutiva: ha responsabilità dello stato di salute dell’individuo per tutta la vita, perché ciò che avviene nei primi anni di vita fa la differenza. La pediatria è determinante per la salute di oggi del neonato, del bambino e dell’adolescente, ma lo è anche per il futuro di tutta la popolazione”, afferma il presidente Sip, Alberto Villani. Nel corso del congresso si parlerà di bisogni di salute degli adolescenti, alla luce dei risultati di una indagine condotta dalla Sip in collaborazione con gli Uffici Scolastici Regionali; di vaccinazioni in adolescenza; delle possibili conseguenze di un eccessivo utilizzo di internet.

Continua…

Indietro

In evidenza

Mediateca Correlata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK