Rassegna stampa

Scuola, a salvarla saranno gli studenti stranieri

Fonti:

“Quando in quarta elementare ho contato l’inno nazionale e ho pronunciato le parole “fratelli d’Italia” con la mano al cuore” ho capito che ero uno di voi”. Taha Alorabi è uno degli 805.800 mila stranieri che hanno salvato 35.000 classi e 68.000 insegnanti che senza questi ragazzi arrivati dall’altra parte del mare o delle Alpi, sarebbero già cancellati dal sistema d’istruzione italiano. I dati giungono dal Censis che nei giorni scorsi ha presentato l’annuale appuntamento di riflessione di giugno “Un mese sociale”.

Senza gli immigrati l’Italia sarebbe un Paese con 2,6 milioni di giovani under 34 in meno e sull’orlo del crac demografico. Dei 488.000 bambini nati in Italia nel 2015, anno in cui si è avuto il minor numero di nati dall’Unità d’Italia, solo 387.000 sono nati da entrambi i genitori italiani, mentre 73.000 (il 15%) hanno entrambi i genitori stranieri e 28.000 (quasi il 6%) hanno un genitore straniero.

Continua…

Indietro