Rassegna stampa

Stupri a Rimini, i tre minorenni condannati a 9 anni e 8 mesi

Fonti:

Sono stati condannati a 9 anni e 8 mesi con rito abbreviato i tre minorenni stranieri riconosciuti colpevoli degli stupri a Rimini la notte del 26 agosto. I tre, giudicati da tribunale per i minorenni di Bologna, sono i complici di Guerlin Butungu, congolese 20enne considerato il capo del gruppo, già condannato a 16 anni. Per i tre minori il pm aveva chiesto 12 anni. Prima di entrare in aula, l’avvocato Marco Defendini, difensore dei due fratelli, aveva dichiarato che si tratta di “un processo sulla pena, sulla responsabilità c’è poco da dire” e che i suoi assistiti “hanno capito cosa hanno commesso. Stanno seguendo entrambi la scuola all’interno del carcere e si aspettano una pena esemplare per questi fatti. Poi sanno che per un lungo periodo dovranno stare in carcere, anche in attesa di quello che potrà essere l’appello e la sentenza definitiva”.

Difensore del 16enne: “Pena troppo alta” – Nove anni e otto mesi “sono troppi”. Ne è convinto l’avvocato Alessandro Gazzea, il difensore del nigeriano 16enne. “Faremo appello, quantomeno sulla questione delle aggravanti sulla violenza e sulla minorata difesa”, ha detto. Secondo il legale il giudice “ha considerato una serie di circostanze aggravanti che dovevano essere elise. I fatti sono quelli che conosciamo, ma il giudice li ha voluti ritenere una pluralità di violenze. La medesima violenza è invece stata conteggiata più volte”. Farà appello anche l’avvocato Marco Defendini, difensore dei due fratelli marocchini, che diversamente dal collega è invece soddisfatto dall’entità della pena. “Leggeremo le motivazioni. Credo – ha detto – che sarà difficile ottenere un risultato migliore”.

Continua…

Indietro
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK