Rassegna stampa

Un falso profilo FB per rapire bambini; arrestate due adolescenti

Fonti:

Attenzione a quello che si legge sui social network, perché molto spesso la truffa e l’inganno sono in agguato. Ancora una volta il pericolo corre sul Web e soprattutto su Facebook, dove due adolescenti inglesi hanno ordito il sequestro di alcuni bambini, adescandone le madri su un falso profilo che prometteva abiti gratuiti e altri premi. A riportare l’agghiacciante notizia è ancora una volta il Daily Mail, che ha dedicato un lungo articolo all’accaduto.

Un’iniziativa con in palio abiti per bambini griffati, giocattoli e premi assortiti; è l’esca che hanno architettato Holly Kendall, 18 anni, e la sua compagna di classe Codie Farrar, 17 anni. Le due adolescenti avrebbero infatti creato un falso profilo Facebook, studiato appositamente per adescare un pubblico di mamme con bambini piccoli fra cui scegliere le loro vittime.

Le due rapitrici di bambini sono riuscite a convincere una delle madri a fornir loro l’indirizzo di casa; successivamente la diciassettenne Codie Farrar si è presentata a casa della donna, fingendosi un’assistente sociale venuta a prelevare il piccolo “per una visita medica”. Insospettita dal modo in cui la ragazza sorreggeva la testa del bambino, la madre di quest’ultimo  ha immediatamente contattato i servizi sociali.Facendo così scattare l’arresto per le due minorenni.

Sarebbe stata proprio la Farrar a fornire alla polizia il nome della sua compagna di classe, accusata di essere l’artefice e la “mente” del terribile piano. Che ha visto coinvolta – oltre alla madre del piccolo U., la cui prontezza di spirito è stata decisiva per l’arresto – anche altre due donne, contattate dalle adolescenti sul falso profilo Facebook.

Continua…

Indietro