Rassegna stampa

Un’app per gli studenti più timidi

Fonti:

E’ pronta un’app per gli studenti più timidi, o per quelli che preferiscono non avere troppi problemi esponendosi con domande ‘rischiose’: si chiama SpeakUp, è stata messa a punto dagli studenti del Politecnico di Losanna (Epfl) e permette di porre domande garantendo l’anonimato. Gli studenti possono anche fare commenti e contribuire alle discussioni attraverso il loro computer o lo smartphone.

L’applicazione, che è stata testata da diversi insegnanti dell’Epfl, è stata sviluppata dopo che i ricercatori hanno osservato che nelle classi numerose, anche di 300 studenti (come spesso accade nelle università), fare domande può scoraggiare i più timidi. ”La partecipazione della classe è un aspetto importante dell’insegnamento e SpeakUp affronta la paura del giudizio degli altri che alcuni studenti possono avere”, ha detto Adrian Holzer, uno dei creatori dell’app.

Continua…

Indietro