Rassegna stampa

Yemen. Onu: raid sauditi su scuole ed ospedali. Uccisi centinaia di bambini

Fonti:

La coalizione araba a guida saudita è responsabile della morte, del ferimento e delle sofferenze di bambini e minori nel contesto del conflitto in atto in Yemen. È quanto affermano le Nazioni Unite, che hanno inserito Riyadh in un elenco – ancora provvisorio e da approvare – di Stati e fazioni che “ammazzano e minacciano bambini in un’area di guerra”. Dal testo Onu emerge che, solo nel 2016, i raid della coalizione hanno provocato 683 vittime minori di età; inoltre, in altre 38 occasioni le bombe hanno centrato scuole e ospedali. All’interno della lista – riporta l’agenzia AsiaNews – vi sono anche le forze governative yemenite, alleate ai sauditi, e la fazione opposta formata dai ribelli Houthi. Immediata la risposta della coalizione araba a guida saudita, che nega di aver colpito “di proposito” civili o infrastrutture.

Fonti Onu parlano di oltre 8,530 morti, il 60% dei quali civili, e 48mila feriti. Il conflitto ha inoltre lasciato oltre 20 milioni di persone bisognose di assistenza umanitaria, innescato una delle peggiori emergenze alimentare e provocato lo scoppio della peggior epidemia di colera al mondo. Ogni anno la segreteria generale delle Nazioni Unite pubblica un documento riguardante i bambini e i conflitti armati. Esso contiene anche “liste di entità” – siano essi Stati, coalizioni, fazioni, gruppi – accusate di compiere violazioni ai danni di minori di età.

Continua…

Indietro

Mediateca Correlata

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK