News

Camminare per diventare grandi

Esplorare la natura attraverso il cammino e la condivisione dell’amicizia e della socialità. Sono le caratteristiche dei viaggi della Compagnia dei Bambini che Massimo Montanari ha raccontato a noi di Piattaforma Infanzia.

Il bambino protagonista nella natura, attraverso sentieri percorsi camminando. A mettere al centro i più piccoli è la Compagnia dei Bambini, organizzazione che coinvolge i minori in escursioni e camminate tra i paesaggi naturalistici. Dei veri e propri viaggi con un compagno davvero speciale: l’asino. Per offrire un modo diverso di osservare e godersi la natura, la lentezza dell’asino e la bellezza dei luoghi visitati con l’orizzonte infinito, rappresentano un insieme di cose che portano i bambini ad esplorare.

La natura ha mille linguaggi e i bambini li possono assorbire tutti. Oggi molti di loro non sono più gli esploratori che dovrebbero essere perché gli viene impedito di sporcarsi, di correre liberi per le strade perché i pericoli sono aumentati, l’evoluzione urbana non permette molto e quindi l’esplorazione e il camminare vanno ricercati nella natura. Far conoscere ai bambini linguaggi nuovi è molto importante”. Lo racconta a Piattaforma Infanzia Massimo Montanari, guida ambientale escursionistica e accompagnatore di media montagna. Massimo si definisce un narratore del territorio e da anni svolge attività di accompagnatore per bambini educandoli all’osservazione consapevole usando i cento linguaggi dei bimbi, linguaggi che passano attraverso suoni rumori parole e invenzioni.

La bellezza dell’essere bambino è quella di essere esploratore è un binomio che permette loro di allargare gli orizzonti cosa che spesso le famiglie non riescono a fare pensando che sia difficile, ma non è così”. I bambini sono molto adattabili, ci spiega ancora Massimo, e quello che bisogna fare è riportare loro alla bellezza dell’esplorazione che per il bambino vuol dire curiosità. “I valori della convivenza e della tolleranza reciproca sono quelli che vengono trasmessi. Nelle mie attività utilizzo sempre l’asino che è un grande mediatore. La sua lentezza e calma porta alla tranquillità anche i bambini più agitati”

Oggi la frenesia della quotidianità, le nuove tecnologie e la città, non permettono facilmente l’esplorazione e la curiosità non è più uno stimolo presente in tutti i bambini. “Quello che noi vediamo è l’apertura dei bambini, anche di quelli più chiusi, a contatto con la natura ed è grazie alle risorse infinite di questi spazi, che ciò avviene velocemente”. La Compagnia dei Bambini si è dotata di una Carta dei Diritti, in tutto sette, tra cui quello al sorriso. Oggi per molti minori, sia in Italia che nel mondo, questo diritto non è rispettato. “Il messaggio che vogliamo trasmettere – afferma Massimo Montanari – è quello della bellezza della vita. Bisogna trasmettere ai bambini la bellezza di quello che c’è intorno: un mondo meraviglioso che ha solo bisogno di essere conosciuto e scoperto”. Tutto può portare il sorriso, un fiore colorato, una lumaca che attraversa il sentiero, la foglia che cresce sul ramo in primavera. “Siamo pieni di bellezze ed è ora di dare una scossa al senso positivo delle cose perché se noi continuiamo a dire che il mondo è brutto, sarà brutto per tutti. Ma c’è anche un mondo bello che dobbiamo sostenere. Questo è il sorriso che portiamo a tutti i bambini”.

La metafora della vita è ‘camminare per diventare grandi’ e attraverso il senso dell’amicizia, della socializzazione e della fame di conoscere è possibile stimolare la curiosità e l’esplorazione, “affinché i bambini di oggi diventino adulti di domani con la conoscenza che rende liberi e allo stesso tempo permette la consapevolezza nelle scelte del futuro, per affrontare al meglio anche le sfide della vita”, conclude Massimo Montanari.

Paola Longobardi

Indietro
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK