News

Giornata Mondiale per la sicurezza in Rete

E’ il Safer Internet Day ed è celebrato in 113 paesi. Diffusione di buone prassi per l’uso consapevole del web da parte di adolescenti e bambini è il ‘must’ della giornata.

Si celebra oggi, 10 febbraio 2015, la dodicesima edizione del Safer Internet Day, giornata mondiale per la sicurezza in Rete. Ricordata in 113 paesi di tutto il mondo, è questa una giornata di formazione, intrattenimento e dibattito sul rapporto tra web e nuove generazioni. Diversi i rischi che corrono di continuo minori e adolescenti che navigano nella rete infinita di internet e la giornata di oggi ha appunto lo scopo di sensibilizzare minori e adulti, sull’uso consapevole del web.

Quello che di certo non si deve fare è demonizzare la Rete, soprattutto pensando a quanto sia pervasiva nella vita di ogni ragazzo, e spesso anche in quella di molti bambini. Bisogna però spiegare ai giovani che la Rete può rivelarsi pericolosa. E dunque dare informazioni per usarla e non per essere usati”. E’ quanto dichiara a Piattaforma Infanzia Vincenzo Spadafora, Garante per l’infanzia e l’adolescenza a margine del Safer Internet Day. “Fortunatamente si sanno moltiplicando le iniziative per far prendere coscienza ai giovani dei possibili pericoli e a chi rivolgersi in caso di bisogno”.

Dal rapporto ‘Net Children Go Mobile’, sull’utilizzo di internet in Italia, emerge che il luogo principale da dove l’81% dei minori si collega, resta comunque la casa, ma 30% dei ragazzi del nostro paese, usa internet in mobilità almeno una volta al giorno. Come evitare i rischi dell’esposizione incontrollata al web, lo abbiamo chiesto a Roberto Sgalla, Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato: “Prevenzione e formazione sono gli strumenti più efficaci per far sì che i giovani imparino a navigare con prudenza in internet e per aiutare, allo stesso tempo, i genitori a conoscere i mezzi a loro disposizione per proteggere i figli dai pericoli del web”, afferma Sgalla che dichiara anche come “Il Safer Internet Day ne è un esempio tangibile per far vivere la rete internet come una grande opportunità e non un pericolo per i nostri figli”.

Al contrario, invece, sono l’11, 5%, in Italia gli adolescenti che non hanno mai usato internet. Loro fanno parte di quella fetta di giovani tra gli 11 e i 17 anni le cui famiglie, per questioni economiche, sono ‘disconnesse’.

Paola Longobardi

Indietro