News

Giornata Nazionale dello Sport

Lo sport “contribuisce a tenere lontani i rischi, incoraggiando comportamenti irreprensibili. Richiama un forte senso di responsabilità e sviluppa l’attitudine al sacrificio”, lo dichiara a Piattaforma Infanzia il presidente del Coni, Giovanni Malagò.

Si è svolta ieri in tutta Italia la Giornata Nazionale dello Sport. Numerose le iniziative che hanno coinvolto bambini, adolescenti e adulti lungo lo stivale. La giornata, promossa dal Coni, è un momento di riflessione e diffusione dei valori che lo sport stesso insegna e trasmette ai giovani, che spesso si lasciano trasportare dalla passività che le tecnologie hanno portato in loro. Bambini che non giocano più come una volta, adolescenti che presi da una competizione continua tra loro, tralasciano i valori del rispetto e della stima del prossimo, vivendo allo sbando e senza regole. Per fortuna, però, questa non è l’immagine della maggioranza degli adolescenti italiani, ma sicuramente un’elevata percentuale di devianza minorile preoccupa per il futuro delle nuove generazioni. Dare loro l’opportunità di impegnarsi e di crearsi una rete di relazioni sane e, allo stesso tempo fargli scoprire una passione e coltivarla, è quanto fa lo sport con il sacrificio che esso comporta. Anche grandi campioni nella storia dello sport nazionale sono riemersi da situazioni di disagio e, grazie all’impegno e alla costanza, oltre alla dedizione e alla disciplina, sono riusciti a dare uno smacco alla vita e a riscattarsi nella società.

La giornata nazionale dello sport ci regala l’opportunità di testimoniare l’importanza del nostro movimento, promuovendo i nobili valori che lo ispirano e veicolando un modello che deve diventare il riferimento per il rilancio e lo sviluppo del Paese”, dichiara il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a Piattaforma Infanzia. “Lo sport rappresenta un impareggiabile strumento formativo, la chiave giusta per schiudere le porte di una crescita sana e corretta, capace di contrastare in modo energico le problematiche che minacciano gli equilibri sociali”. Equilibri spesso minati dall’ambiente circostante e dall’assenza di valori educativi riconosciuti e riconoscibili. “E’ un’inestimabile opportunità per i giovani, perché contribuisce a tenere lontani i rischi, incoraggiando comportamenti irreprensibili. Richiama un forte senso di responsabilità e sviluppa l’attitudine al sacrificio. Questa giornata di festa valorizza il significato più profondo della pratica agonistica, mirando a tradurla in un’azione appassionata e costante, prevenendo e combattendo strenuamente ogni forma di pericolosa degenerazione”.

Insomma, lo sport per un futuro migliore, per la diffusione di principi sani e didattici, etici ed educativi e “la sfida da vincere – conclude il presidente Malagò –  è garantire ai giovani risposte sicure, per abbracciare la liceità e abbandonare le dipendenze da esempi errati.  Per affermare l’importanza dello sport come modello di vita”. Inoltre, è un elemento fondamentale per il sano sviluppo dei bambini, tanto da esser stato riconosciuto dalle Nazioni Unite come un diritto fondamentale.

Paola Longobardi

Indietro
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK