News

Istituita in Vaticano la Commissione per la Tutela dei Minori

“Mai più crimini contro i minori nella Chiesa”, lo ha detto Papa Francesco, che l’8 maggio ha fatto sì che diventasse pubblico il documento pontificio che istituisce una commissione ad hoc a tutela dei minori.

I crimini contro i minori hanno purtroppo coinvolto anche gli ambienti più impensabili, come la Chiesa. Negli ultimi anni, il lavoro a tutela di bambini e adolescenti, svolto da Papa Francesco, ha portato un frutto di recente istituzione. Stiamo parlando della Commissione per la Tutela dei Minori che il 22 marzo scorso è stata avviata in Vaticano.  “Mai più crimini contro i minori nella Chiesa”, lo ha detto proprio Papa Francesco, che l’8 maggio ha fatto sì che diventasse pubblico il documento pontificio insieme allo Statuto della Commissione approvato, ad experimentum per tre anni, dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin. Tante le polemiche per i crimini commessi dai ‘preti pedofili’, ancora più numerose le risposte mai ricevute da parte delle vittime. Uno spaccato, questo, che coinvolge tutta la Chiesa, che ha sempre destato scalpore e scandalo, soprattutto per il non detto. ‘No comment’ rispondono gli implicati, ma per fortuna, Papa Francesco, anche se non ha commentato direttamente gli accaduti, si è espresso più e più volte sul tema, fino ad arrivare alla pubblicazione di questo documento che porta a termine l’operato iniziato anche dai religiosi suoi predecessori. “Realizzare tutto quanto è possibile per assicurare che crimini come quelli accaduti non abbiano più a ripetersi nella Chiesa”, ha dichiarato il Pontefice, chiedendo l’impegno di tutti i suoi più diretti collaboratori, affinché si faccia tutto il possibile per aiutare le vittime.

La protezione dei minori è di prioritaria importanza”, si legge nel documento, e lo “scopo della Commissione è proporre iniziative al Romano Pontefice, secondo le modalità e le determinazioni indicate in questo Statuto, al fine di promuovere la responsabilità delle Chiese particolari nella protezione di tutti i minori e degli adulti vulnerabili”. Una Commissione ad hoc, composta da un massimo di 18 membri nominati direttamente dal Santo Padre e competenti nel settore.

I minori e la giusta tutela e protezione, fanno da sempre parte del messaggio del Papa e della Chiesa, un messaggio che si diffonde in ogni luogo del mondo anche attraverso le missioni internazionali. I precedenti fatti accaduti in Italia e non solo, hanno portato ad un’autocritica e ad una presa di coscienza tale da porre dei rimedi e dei limiti affinché episodi del genere non accadano più. Riparare il danno, fare giustizia e prevenire, con tutti i mezzi possibili il ripetersi di episodi simili in futuro, questi gli obiettivi della Commissione permanente, che ha lo scopo di “promuovere la tutela della dignità dei minori e degli adulti vulnerabili, attraverso le forme e le modalità, consone alla natura della Chiesa, che si ritengano più opportune, nonché di cooperare a tale scopo con quanti individualmente o in forma organizzata perseguono il medesimo obiettivo”, ha dichiarato Papa Francesco.

Paola Longobardi

Indietro
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK