News

Salvare 6 milioni di bambini: l’obiettivo della Conferenza Gavi

A Berlino l’Alleanza dei Vaccini ha visto riuniti i principali Paesi impegnati nella cooperazione allo sviluppo. Tra questi, l’Italia si colloca tra i primi 5 con un impegno straordinario.

Evitare morti premature e garantire a centinaia di milioni di bambini che vivono nei paesi più poveri del mondo, vaccini salvavita. È l’obiettivo stabilito durante la Conferenza dei donatori Gavi, partnership internazionale lanciata nel 2000 al World Economic Forum di Davos, che riunisce i principali Paesi impegnati nella cooperazione internazionale allo sviluppo. Tra questi anche l’Italia con un impegno straordinario. Infatti, il viceministro degli Esteri, Lapo Pistelli, ha annunciato risorse per 300 milioni di dollari nel quinquennio 2016-2020, ovvero, “cento milioni di dollari in più rispetto a quanto precedentemente annunciato”. Il nostro Paese si colloca nella lista dei cinque Stati che più contribuiscono alle campagne di vaccinazioni lanciate da Gavi. “Ad oggi”, dichiara il vice ministro Pistelli, “la Global Alliance ha provveduto alla vaccinazione di 440 milioni di bambini nei Paesi in via di sviluppo – salvando almeno 7 milioni di vite – e, anche grazie al nostro contributo, sarà possibile immunizzarne altri 300 milioni da qui fino al 2020”. “I bambini dei paesi più poveri del mondo ora riceveranno i vaccini salvavita di cui hanno bisogno” -ha detto Bill Gates durante la Conferenza, la cui Fondazione è tra i partner più importanti del progetto – “crediamo che nei prossimi 15 anni, la vita dei poveri migliorerà velocemente”, conclude.

Ogni anno sono 1,5 milioni i bambini sotto i 5 anni che muoiono per malattie che grazie ai vaccini è possibile evitare, ma 1 bambino ogni 5 nel mondo non ne ha accesso, soprattutto nei paesi più poveri. Dal 2000, la partnership internazionale, ha fatto sì che 440 milioni di bambini fossero vaccinati, salvando così 6 milioni di vite e introducendo 250 nuovi vaccini. “Finora l’Italia ha già contribuito per 1,2 miliardi di dollari”, ha spiegato Pistelli durante l’incontro di Berlino. “C’è una lunga strada ancora da fare, non perdiamo il coraggio, continuiamo a mettere tutti i nostri sforzi in questo meraviglioso lavoro”, conclude il cancelliere tedesco, Angela Merkel.

Paola Longobardi

Indietro
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK