News

Tutore Volontario per minori, una nuova figura da formare

“Offrire ad un minore una figura significativa per la sua vita e il suo futuro”, sono le parole di Laura Roncagli, presidente di Agire Sociale, Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Ferrara, che spiega a Piattaforma Infanzia l’intento del progetto.

Tutelare legalmente bambini e ragazzi privi di riferimenti adulti. È l’iniziativa di Agire Sociale – Csv Ferrara, che avvia un percorso di formazione di tutori volontari per minori. “Si tratta di una realtà già attiva in altre regioni con ottimi risultati e partita un paio di anni fa nella nostra regione, l’Emilia Romagna, a cui aderiamo consapevoli dell’importanza di trovare nuovi strumenti per essere vicini e tutelare sempre più i minori del nostro territorio”, ci spiega Laura Roncagli, presidente di Agire Sociale, il Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Ferrara.

Il Tutore Volontario rappresenta la possibilità di offrire ad un minore una figura significativa per la sua vita e il suo futuro, nell’ottica di costruire progettualità personalizzate in base alle caratteristiche individuali del minore, frutto nello specifico della relazione, della conoscenza e della fiducia che si andrà a costruire tra il Tutore e il minore stesso. Le esigenze intercettate nel nostro territorio riguardano in particolare i minori non accompagnati e in stato di abbandono e per tutte quelle situazioni difficili che necessitano di avere una figura dedicata, in grado di accompagnare e guidare il bambino verso l’età adulta”, continua Laura Roncagli.

Il fine è quello di prestare più attenzioni ai minori e in particolare a coloro che vivono difficoltà dovute al loro percorso, come ad esempio i minori stranieri non accompagnati. Fondamentale è quindi la formazione di chi volontariamente decide di mettere a disposizione le proprie competenze e il proprio tempo a servizio di chi ha più bisogni. I tutori volontari, che svolgeranno il ruolo di rappresentanza legale del minore, potranno quindi diventare un punto di riferimento.

Per il futuro, auspichiamo che sempre più persone si avvicinino a questa forma di volontariato, così significativo e di responsabilità, che sa farsi carico del futuro delle nuova generazioni per una comunità consapevole”, dichiara a Piattaforma Infanzia la presidente di Agire Sociale – Csv, sottolineando che “proprio con i minori bisogna seminare solidarietà, vicinanza, accoglienza per avere in futuro giovani uomini e donne che siano stati messi nella condizione di riappacificarsi con un passato doloroso. Soprattutto persone nuove, positive, che interrompano la catena del disagio da cui provengono”.

L’importanza di una figura di riferimento nella vita di bambini e adolescenti può essere talmente incisiva da cambiare le sorti del futuro di coloro che ne usufruiscono. Una guida che per ragazzi lontano dalle proprie famiglie per diversi motivi, può incidere positivamente sulle scelte di vita e sulla crescita.

Paola Longobardi

Indietro