Testi

Un’ esperienza di cui aver cura.

Anno: 2011
Autore: Cristina Palmieri
Collezione: Clinica della Formazione
Lingua: Italiano
Pagine: 160

Appunti pedagogici sul fare educazione.

Il mondo attuale ha uno strano rapporto con l’educazione. Da un lato, sembra moltiplicare le modalità attraverso cui raggiunge ogni persona inducendo, più o meno consapevolmente, stili di comportamento, pratiche di esperienza e abitudini di vita, esibendo traguardi cui arrivare, obiettivi da raggiungere, modelli da imitare. L’educazione è ovunque: nella sua informalità e liquidità è diffusa in ogni luogo che ciascuno di noi frequenta. Ce ne rendiamo conto, appunto, dagli effetti che provoca: condivisibili o deprecabili che siano. D’altro lato, l’educazione, che avviene nelle scuole e nei servizi educativi, riabilitativi o sociali, sembra essere in qualche modo data per scontata: perché è esperienza obbligatoria, perché è necessaria risposta a bisogni ricorrenti o emergenti. In questo scenario, l’educazione rischia di essere svuotata di senso. Di fronte a ciò, si afferma la necessità di aver cura dell’esperienza che essa rappresenta. Il testo, partendo da una riflessione sul rapporto tra cura ed educazione, si interroga su cosa possa significare oggi fare educazione, su cosa comporti averne cura senza prescindere dalla sua complessità e materialità. Lo fa guardando al lavoro educativo, alle competenze e alle strategie che lo sostengono. Suggerisce prospettive di riflessione, nell’intento di rappresentare, per chi a questo lavoro si accosta o per chi lo svolge ormai da tempo, appunti per la propria pratica.

Cristina Palmieri è ricercatrice di Pedagogia generale e sociale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, dove insegna Consulenza nel disagio educativo: teorie e pratiche e Didattica.

Tra le sue pubblicazioni ricordiamo

La cura educativa. Riflessioni ed esperienze tra le pieghe dell’educare (FrancoAngeli, 2000) e Non di sola relazione. Per una cura del processo educativo (Mimesis, 2008, con Giorgio Prada). Con Giorgio Prada, ha curato La diagnosi educativa. La questione della conoscenza del soggetto nelle pratiche pedagogiche (FrancoAngeli, 2005).

Indice

Introduzione

Cura, educazione e lavoro educativo (Cura ed educazione, tra rappresentazioni e teorie; Educazione e lavoro educativo)

Aver cura del corpo (Il limite del corpo, il corpo come limite; Bisogno, cura, educazione; Corpi in relazione)

Aver cura delle mediazioni (Educazione e mediazione; L’arte di mediare; Individuare mediatori, essere mediatori)

Aver cura del processo educativo (L’esperienza educativa come processo; Mediare tra mondi; Mediare tra tempi; Una continua discontinuità)

Il progetto e la cura del processo educativo (Il progetto come mediatore; Dal progetto ai progetti; Progettazione, documentazione e valutazione)

Aver cura del lavoro educativo: una questione aperta (“Fare pausa”: tra emergenza e necessità; Essere, fare, divenire équipe; In fine …)

Bibliografia.

Casa editrice: Franco Angeli
ISBN13: 9788856838268
Indietro

Scelti da noi

Testi

Io non mi arrendo. Bambini e Famiglie in lotta contro la Povertà: fragilità e potenziali

Fondazione L'Albero della Vita e Fondazione Emanuela Zancan
2015

Foto

“Bettica” la nave dei bambini: l’arrivo dei migranti ad Augusta

Guardano verso il molo, molti salutano e si abbracciano. Altri guardano con curiosità i militari italiani in tuta bianca che

01/01/1970

L’Opinione

Vai all'archivio

Focus On

Gli approfondimenti di piattaforma infanzia

Leggi tutto
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
OK